Un codice etico sottoscritto dai professionisti di equitazione

L’Equitazione Etica non è per tutti, poiché non si tratta di uno sport o di una disciplina, ma è un vero e proprio stile di vita che richiede la condivisione di valori di rispetto del prossimo, di apertura verso l’altro, di accoglienza delle differenze individuali e di specie, di assenza di giudizio, di collaborazione inter ed intraspecifica, di umiltà, di disponibilità alla crescita e formazione continua.

Per impegnarsi ufficialmente nel rispetto dei valori che ispirano l’Equitazione Etica, i professionisti riconosciuti dalla Scuola firmano un Codice Deontologico che mette al primo posto il benessere animale e la qualità della vita delle persone umane ed equine.

firme

Il Codice Deontologico contiene le esigenze etiche di una professione. Esso costituisce un elemento di identità ed è lo strumento attraverso il quale un professionista, facente parte di un’organizzazione, si presenta alla società e contestualmente lo strumento che orienta e guida il professionista nelle scelte di comportamento, nel fornire i criteri per affrontare i dilemmi etici e deontologici, nel dare pregnanza etica alle azioni professionali.

Si tratta di un Codice incentrato tutto sulla responsabilità di una figura professionale come il Tecnico, l’Educatore, l’Istruttore e il Formatore, a servizio delle persone, dei propri soci, delle famiglie, della società, dell’organizzazione di lavoro interno all’associazione, nonché dei colleghi e della professione stessa.

Tra i punti salienti del codice:

  • Il benessere dei cavalli e dei loro partner umani è prioritario e mai subordinato a fini personali o speculativi
  • Usare e consigliare metodi e tecniche sempre in linea con i principi dell’Equitazione Etica; i metodi coercitivi, le punizioni positive e tutte le procedure che causano al cavallo dolore, afflizione e anche solo potenziali danni fisici sono incompatibili con l’approccio etico
  • La crescita professionale garantita da una formazione continua
  • Non illudere o ingannare i propri allievi dando garanzie di risultato a priori o proponendo lezioni superflue e non farsi pubblicità che possa trarre in inganno con affermazioni e promesse artefatte.

Se vuoi leggere il testo completo del codice per intero, clicca qui 

Ritorna al top